Storia della Slava: La Seconda Fabbrica di Orologi di Mosca

Storia della Slava: La Seconda Fabbrica di Orologi di Mosca

La storia della Slava, uno dei marchi più iconici dell’orologeria russa, inizia con la fondazione della Seconda Fabbrica di Orologi di Mosca. Questo articolo esplora la nascita, lo sviluppo, le sfide e le evoluzioni di questa storica fabbrica, fino alla sua situazione attuale.

Le Origini della Seconda Fabbrica di Orologi di Mosca

Fondata nel 1924, la Seconda Fabbrica di Orologi di Mosca è stata una delle prime fabbriche di orologi non militari dell’Unione Sovietica. Nel 1929, l’Unione Sovietica acquistò due fabbriche di orologi statunitensi, la Dueber-Hampden Watch Company e la Ansonia Clock Company, per avviare la propria industria orologiera​ (Wixsite)​​ (Wixsite)​. La produzione di orologi iniziò ufficialmente nel 1931, utilizzando le attrezzature acquistate dalla Ansonia Clock Company.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, la fabbrica fu evacuata a Chistopol e si concentrò sulla produzione di apparecchiature militari. Dopo la guerra, la fabbrica tornò a Mosca e riprese la produzione di orologi civili​ (Two Broke Watch Snobs)​​ (Wikipedia)​.

La Nascita del Marchio Slava

Negli anni ’50, la fabbrica iniziò a produrre orologi con il marchio “Slava”, che significa “gloria” in russo. Questo marchio si distinse per la produzione di orologi destinati esclusivamente al consumo civile, senza pretese militari o aerospaziali​ (Wixsite)​​ (Wikipedia)​.

Innovazioni e Premi

La fabbrica Slava è stata innovativa fin dai suoi primi anni. Negli anni ’60, ha introdotto il “Slava Transistor”, un orologio con movimento elettronico premiato con una medaglia d’oro alla Fiera di Lipsia nel 1964​ (DuMarko)​​ (Слава – Русские часы)​. Altri premi significativi includono la medaglia d’oro alla fiera internazionale di Brno nel 1974 e un’altra medaglia d’oro alla Fiera di Lipsia nel 1975 per i modelli con calibro 24mm​ (Слава – Русские часы)​.

Espansione e Collaborazioni

Dal 1955 al 1979, Slava ha esportato fino al 50% della sua produzione in oltre 72 paesi. Ha collaborato con altri produttori sovietici come Raketa e Vostok per sviluppare movimenti avanzati​ (DuMarko)​​ (Слава – Русские часы)​.

Le Sfide della Privatizzazione

Dopo il crollo dell’URSS, la fabbrica Slava ha affrontato numerose difficoltà. Durante la privatizzazione negli anni ’90, molti movimenti furono esportati in Cina e Hong Kong per la produzione di falsi economici, danneggiando la reputazione del marchio​ (Wikipedia)​​ (Слава – Русские часы)​.

Rinascita e Situazione Attuale

Nel 2005, la fabbrica e il marchio Slava furono acquistati dalla banca Globex e successivamente ceduti alla città di Mosca. Gli impianti di produzione vicino alla stazione della metropolitana Belorusskaya furono demoliti nel 2008 per fare spazio a un centro commerciale, mentre la produzione di orologi da polso è stata mantenuta e integrata nel Tecnoparco “Slava”​ (Wikipedia)​​ (Слава – Русские часы)​.

Dal 2016, Slava ha iniziato a utilizzare movimenti prodotti dalla Fabbrica di Orologi di Chistopol “Vostok” per i suoi nuovi modelli​ (Слава – Русские часы)​. Oggi, la produzione continua con nuovi modelli ispirati ai design storici, come “Slava Televisor”, “Era”, “Mir”, “Sadko”, “Ais” e “Doctor”, utilizzando i movimenti originali Slava 2427​ (Слава – Русские часы)​.

Aneddoti e Curiosità

Un fatto interessante riguarda il modello “Slava Transistor”, che vinse una medaglia d’oro alla Fiera di Lipsia nel 1964. Questo orologio utilizzava un movimento elettronico innovativo per l’epoca, dimostrando l’avanguardia tecnologica della fabbrica​ (DuMarko)​.

Un altro aneddoto riguarda la partecipazione di Slava al film bulgaro del 2016 “Glory” (titolo originale “Slava”), dove l’orologio Slava del protagonista gioca un ruolo chiave nella trama​ (Wikipedia)​.

Conclusione

La storia della Slava è un viaggio attraverso l’evoluzione dell’industria orologiera russa, dalle sue radici nella Seconda Fabbrica di Orologi di Mosca alla sua attuale produzione di modelli innovativi. Nonostante le sfide della privatizzazione e della contraffazione, Slava continua a rappresentare un simbolo di eccellenza nell’orologeria.

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti sui nuovi modelli Slava, visita il sito ufficiale Slava.


Fonti:

  1. Second Watch Factory
  2. Slava Watches
  3. DuMarko
  4. Russian Watches Info
  5. Wikipedia

Il Mito di Illya Muromets: Eroe Slavo e Simbolo Culturale

russian watch Raketa Muromets

Illya Muromets è una figura leggendaria intrisa nella cultura slava, celebrato attraverso poesie epiche e racconti popolari. Questo eroe iconico della tradizione russa simboleggia la forza e la resilienza di un popolo che ha resistito a innumerevoli invasioni. In questo articolo esploreremo l’origine della leggenda di Muromets, la sua evoluzione culturale e il suo impatto in Russia e oltre.

russian watch Raketa Muromets
Raketa Muromets

L’Orologio Commemorativo

Un esempio affascinante della celebrazione di Illya Muromets è un orologio commemorativo, caratterizzato da una cassa cromata e un vetro in plexiglass. Questo orologio utilizza un movimento meccanico manuale calibro Raketa 2409, noto per la sua affidabilità e precisione. Sul quadrante, l’immagine di Muromets a cavallo è prominente, con le date 1934-1994 che segnalano un anniversario significativo. In alto, una stilizzazione dell’aurora boreale sottolinea le latitudini nordiche legate alla leggenda.

Trascrizione e Interpretazione delle Lettere sul Quadrante

Sopra la figura di Muromets e sotto l’aurora boreale, sono presenti le lettere “БЧ СФ” (trascritte come “BCH SF”). Questa scritta si riferisce probabilmente a “Береговая система наблюдения СЕВЕРНЫЙ ФЛОТ БСН СФ 1934-1994 60 лет на ходу”. Ecco una possibile traduzione e interpretazione:

  • Береговая система наблюдения: Sistema di sorveglianza costiera
  • СЕВЕРНЫЙ ФЛОТ: Flotta del Nord
  • БСН СФ: Sistema di Sorveglianza Costiera della Flotta del Nord (BSN SF)
  • 1934-1994: Celebrazione dei 60 anni di attività (60 лет на ходу)

Questa interpretazione indica che l’orologio è stato prodotto per commemorare i 60 anni di attività del Sistema di Sorveglianza Costiera della Flotta del Nord, un’unità di grande importanza militare nella difesa delle coste russe. Scopri di più sul calibro Raketa 2409.

Origini della Leggenda

Illya Muromets, conosciuto anche come Illya di Kiev, emerge nelle cronache del XII secolo, durante il periodo turbolento della Rus’ di Kiev, frequentemente minacciata dalle incursioni dei nomadi della steppa. Secondo la leggenda, Illya era inizialmente un giovane contadino, paralizzato da una malattia, che trascorreva la sua vita in isolamento nella foresta. La svolta avviene quando, pregando in una chiesa abbandonata, un vecchio eremita gli predice un destino eroico. Su consiglio dell’eremita, Illya consuma un’erba magica che gli restituisce miracolosamente la salute e lo trasforma in un guerriero sotto il servizio del principe Vladimir di Kiev. Scopri di più sulla Rus’ di Kiev e la sua storia.

Muromets il Guerriero

Distinguendosi per forza e abilità, Muromets diventa presto una figura chiave nelle battaglie contro i tartari e i mongoli. La sua leggenda cresce fino a renderlo un simbolo di resistenza e virtù guerriera, una rappresentazione vivente dell’eroismo slavo. Leggi di più sulle epiche battaglie di Illya Muromets.

Impatto Culturale e Artistico

La figura di Muromets ha ispirato artisti e poeti per secoli, influenzando profondamente la cultura russa. Rappresentato talvolta come un gigante sovrumano e altre come un astuto stratega, Muromets simbolizza la resilienza slava. Le sue gesta sono state immortalate in dipinti, sculture, e produzioni cinematografiche, consolidando il suo posto nell’immaginario collettivo russo e slavo. Esplora le rappresentazioni artistiche di Illya Muromets.

Estensione della Leggenda in Serbia e Altre Nazioni Slave

Non solo in Russia, ma anche in Serbia, dove è conosciuto come Ilija Bircanin, la leggenda di Muromets ha radici profonde. Tramandata attraverso ballate popolari, ha ispirato opere letterarie e artistiche celebrando la resistenza serba. Scopri le ballate di Ilija Bircanin.

La Particolarità dell’Orologio e la Bussola

L’elemento intrigante dell’orologio dedicato a Muromets è il quadrante, che al posto della lettera “E” per Est, mostra una “O”. Questa scelta può derivare da molteplici ragioni linguistiche e culturali. La traslitterazione del russo può interpretare la lettera “В” come “V” o “O”, influenzando la rappresentazione su strumenti come bussole. Un’interpretazione alternativa potrebbe legare la “O” a “Orient”, termine tradizionale per l’Est. In tedesco, “Ost” (Est) potrebbe ugualmente spiegare questa scelta, dimostrando come le intersezioni culturali influenzino la lingua e l’arte. Approfondisci le origini e significati dei punti cardinali nelle bussole.

In conclusione, Illya Muromets non è solo un eroe di un’epoca lontana; è un simbolo persistente della cultura slava, la cui storia continua a influenzare l’arte, la letteratura e la cultura popolare slava. La sua eredità dimostra come i miti possano trasformarsi e adattarsi, mantenendo il loro significato attraverso i secoli.


Verified by MonsterInsights